I bilanci e i passi in punta di piedi

7 Gennaio 2013

Molti sono gli argomenti affiorati come ispirazione per questo editoriale. E' da qualche giorno che racimolo le idee e tento di dar vita alle varie voci che sussurrano questo o quell'argomento nella mia testa. Credo però che, in qualità di primo contributo su Youbookers del 2013, in virtù del fatto che siamo ai primi di gennaio, sia quasi doveroso fare un bilancio e un ringraziamento. Con l'anno nuovo si tende sempre a voltarsi indietro mettendo sul piatto della bilancia ciò che ci ha soddisfatti e ciò che ci ha -spesso anche non a causa della nostra stessa volontà- delusi. Fatta questa operazione si è pronti, in punta di piedi, a esplorare l'anno nuovo così carico di aspettative seppur vestito della normalità di ogni giorno.

 

Molti sono gli argomenti affiorati come ispirazione per questo editoriale. E' da qualche giorno che racimolo le idee e tento di dar vita alle varie voci che sussurrano questo o quell'argomento nella mia testa. Credo però che, in qualità di primo contributo su Youbookers del 2013, in virtù del fatto che siamo ai primi di gennaio, sia quasi doveroso fare un bilancio e un ringraziamento. Con l'anno nuovo si tende sempre a voltarsi indietro mettendo sul piatto della bilancia ciò che ci ha soddisfatti e ciò che ci ha -spesso anche non a causa della nostra stessa volontà- delusi. Fatta questa operazione si è pronti, in punta di piedi, a esplorare l'anno nuovo così carico di aspettative seppur vestito della normalità di ogni giorno. Sì, c'è bisogno di bilanci, ma c'è bisogno anche di guardare avanti con la trepidazione davanti all'ignoto e un pizzico di fiducia in sè stessi. Uso l'impersonale, ma è a me che mi rivolgo, o a te che stai leggendo. Tutti fanno dei bilanci. E affrontano. E indugiano. E caricano di speranze. Altrimenti perchè Paolo Fox meriterebbe un posto in Book Parade ogni santo anno a dicembre?

 

Sto blablaizzando da 8 righe, credo sia doveroso quindi dirvi che in questo breve editoriale cercherò di fare il bilancio di questa grande creatura che è Youbookers. Youbookers ha visto la luce proprio nell'anno passato. E' nato alla fine di giugno, ma in realtà l'idea ha preso vita tra marzo e aprile. Inutile dirvi che l'idea che avevo originariamente era diversa da ciò che Youbookers è ora. Diversa principalmente perchè non avevo mai avuto a che fare con un portale web di lettura. Avevo sempre collaborato con siti sui libri, ma mai provato l'esperienza in prima persona, da "dietro le quinte". Mi sono scontrata quindi con le esigenze del sito, dell'utenza, della crescita stessa. Il team che ha fondato e che si è occupato di Youbookers fin dagli inizi ha subìto delle variazioni, ne sta subendo ancora, ma ogni membro del team ha dato qualcosa al sito, smussandone angoli che magari altri non riuscivano a vedere. Il mio primo ringraziamento va quindi ai membri, presenti, passati e futuri, del team che io definisco "fisso" della redazione: Anna, Tania, Federica, Alessandra, Gabriele, Diana, Eleonora, Francesca, Silvia, Giorgia, Maura, Marta, Mariella. Non è semplice essere diverse teste, ancora meno semplice se queste diverse teste abitano in varie parti d'Italia e le riunioni decisionali devono svolgersi su Skype dove i buoni primi quindici minuti di riunione sono caratterizzati dalla ripetizione incalzante delle seguenti frasi: "ci siete? Mi sentite? Io sono connessa e vi vedo, e voi? Ma chi parla? Ma che è questo brusìo? Chiudiamo tutto e ci richiamiamo?". Sì, Youbookers è anche questo. Perchè il team Youbookers è un gruppo e le decisioni si prendono insieme, nonostante i brusii su Skype.  Youbookers è lavoro, tanto lavoro. Per uploadare un articolo o una recensione il tempo minimo è di un'ora. Ci sono una serie infinita di dettagli di cui aver cura: dalla correzione dei refusi alla preparazione delle foto o il collegamenti alle pagine esterne. Il tutto per garantire all'utenza almeno un contributo al giorno, una novità fresca, un'occasione per impreziosirci. Grazie quindi a chi ha caricato, instancabilmente, questi contenuti. A noi insomma.

Avete notato che Youbookers ha subìto da ottobre in poi una variazione sul tema? Ciò è nato dall'esigenza di offrire qualcosa di accattivante ai nostri utenti, diverso dalle recensioni o videorecensioni. Facendo leva quindi sul potenziale "YouTube" mischiato alla voglia di parlare di tanti argomenti, abbiamo scelto delle persone adatte a stimolare i contenuti del sito anche in questo nuovo senso. Ringrazio quindi a nome di Youbookers tutti coloro che ci inviano contributi per il sito, siano essi rubriche, siano essi recensioni o videorecensioni. Nell'impossibilità di nominarvi uno a uno vi arrivi il mio grazie e il nostro augurio per un 2013 strepitoso.

Guardando al 2013 viene da dire: e ora? Ora si continua per la strada già intrapresa. Le difficoltà non stentano a ripresentarsi con la stessa forza di prima. Ma la nostra caparbietà rimane. L'idea di un sito che racchiude, tutte insieme, le potenzialità degli Youtubers che parlano di libri, continua e si evolve. C'è voglia di caffè letterari, di podcast, di stimolanti discussioni nei periodi di "zona calda" dei premi letterari. E c'è voglia di nuove rubriche, che già si stanno formando e sono in forma embrionale. Per non parlare degli eventi che, dopo l'esperienza di bookcrossing fatta lo scorso autunno, impreziosiranno anche questo 2013.

E buon anno a te, lettore e utente di Youbookers, hai reso anche tu possibile questo nostro progetto.

A cura di Luisa.