Stefano Benni presenta "Di tutte le ricchezze"

20 Febbraio 2013

Giovedì 31 Gennaio 2013, nel Cinema Centrale di Torino, arriva una delle penne di spicco del panorama letterario italiano contemporaneo: Stefano Benni. L’autore bolognese che nel corso degli anni ha venduto e continua a vendere milioni di copie grazie al suo stile ironico e alle sue tematiche taglienti. Questa sera è la volta della presentazione di “Di tutte le ricchezze”. La sala è gremita, tutti sono curiosi di sentire cosa avrà da dire l’autore su la sua ultima creatura, il suo nuovo lavoro, insomma il suo ultimo romanzo.

 

“Oggi non vi parlerò del mio libro, se volete sapere qualcosa su di esso leggetelo!”

 

 

Giovedì 31 Gennaio 2013, nel Cinema Centrale di Torino, arriva una delle penne di spicco del panorama letterario italiano contemporaneo: Stefano Benni. L’autore bolognese che nel corso degli anni ha venduto e continua a vendere milioni di copie grazie al suo stile ironico e alle sue tematiche taglienti.

"Bar Sport", "Elianto" (di cui trovate qui su Youbookers un'ottima videorecensione), e "L’ultima lacrima" sono solo alcune delle opere che hanno consolidato la figura del Benni “intellettuale” scrittore del quotidiano e delle umili speranze. Questa sera invece, è la volta della presentazione di “Di tutte le ricchezze”. La sala è gremita, tutti sono curiosi di sentire cosa avrà da dire l’autore sulla sua ultima creatura, il suo nuovo lavoro, insomma il suo ultimo romanzo.

“Oggi non vi parlerò del mio libro, se volete sapere qualcosa su di esso leggetelo!” così esordisce un istante dopo, dicendo in seguito che forse leggerà solo qualche parte del libro, ma per il resto conferma subito la sua intenzione di non svelare niente, preferisce invece spostare l’attenzione su altro. Il cinema di Kubrick, i cartoni della Disney, il bellissimo rapporto con il figlio, il più difficile rapporto con internet, la sua infanzia, la politica sono solo alcuni degli argomenti in cui Benni si destreggia con sguardo vigile al pubblico e battuta pronta ad ogni scambio di idee. Parole amare volano su Berlusconi e Paolo Coelho e non irrilevante è il suo racconto sul cagnolino della signora bolognese, piccolo aneddoto divertente a lui capitato.

Non starò qui a spiegarvi di cosa si tratti perché non riuscirei neanche in parte a coinvolgervi come ha fatto Benni, ma Youbookers per farsi perdonare il mancato aneddoto sulla povera bestiolina di Bologna vi regala qualche estratto della conferenza con la speranza di strapparvi qualche risata e rendervi partecipi di una bella serata, che in qualche modo è stata molto significativa.

Vi auguro buona visione.

A cura di Andrea Pennywise