Americana #8 - New York Times chiama Italia

29 Novembre 2013

americana9L’anno scorso a dicembre vi ho raccontato dei titoli indicati come più degni di nota dal New York Times nel 2012. In attesa dell’uscita della lista del 2013 e in vista di eventuali regali di natale ad amici lettori, ho pensato di fare un breve aggiornamento sulla situazione, indicando in una veloce carrellata i libri della lista approdati nel frattempo anche in Italia. Il motivo per cui ho pensato di farlo è perché nel tempo alcuni nomi sfuggono, e perché gli editori spesso adattano i titoli originali fino quasi a stravolgerli e renderli irriconoscibili.

 

Nel panorama della narrativa per adulti si può notare che quasi la metà dei libri citati è già stata tradotta. Rimangono fuori una buona parte delle raccolte di racconti, da sempre sfortunate in Italia, come conferma lo stesso premio Nobel, alcuni romanzi dal tema molto legato alla cultura specificatamente americana, e altri la cui assenza rimane per me fonte di sconcerto e cordoglio.

E perché mai, potreste chiedermi, dovremmo tradurre in italiano ancora più libri americani, considerata la loro resistenza alla traduzione di libri non autoctoni? In effetti non è necessario, e il fatto che così tanti volumi siano già transitati sulle nostre spiagge letterarie è, ritengo, un’indicazione di grande sensibilità e apertura alla letteratura americana contemporanea di qualità da parte nostra. Ciò di cui mi rammarico è che, tra i tanti libri americani tradotti, alcuni capolavori assoluti rimangano inspiegabilmente inaccessibili per noi: farei volentieri a meno dell’ennesimo thriller in favore di uno di loro. Tutto qui.

Per chi desidera fare con me il punto della situazione, ecco la narrativa per adulti più degna di nota per il NYT, in tutte le librerie italiane:

NARRATIVA PER ADULTI ora in Italia


Alif l’invisibile” (titolo originale ALIF THE UNSEEN), di  G. Willow Wilson. Copertina flessibile: 491 pagine - Editore: Il Saggiatore (6 giugno 2013) - Collana: Narrativa - ISBN-10: 8842818593 - ISBN-13: 978-8842818595

Il protagonista, che si fa chiamare Alif ma il cui vero nome è conosciuto da pochi, è un giovane hacker in fuga in Medio Oriente. Innamorato di una donna promessa a un altro, riceve da lei in dono un libro, “I centoun giorni”, che è in realtà una porta verso un altro mondo e un altro tempo, dove regna la magia e in cui un potere distruttivo sta per travolgere tutto, Alif compreso.

Qualche settimana fa è stato disponibile in offerta a meno di 2 euro in formato elettronico.

L’odore dolce dei ricordi” (titolo originale “BEAUTIFUL RUINS”), di Jess Walter. Copertina flessibile: 413 pagine - Editore: Cavallo di Ferro (31 ottobre 2013) - ISBN-10: 8879071297 - ISBN-13: 978-8879071291

Con questo titolo e questa copertina è irriconoscibile e fa supporre che si tratti di un libro melenso di pessima qualità. Si tratta invece di uno dei romanzi più apprezzati dalla critica e racconta la storia di vizi, dipendenze e speranze infrante in un set hollywoodiano a Roma.

È il tuo giorno, Billy Lynn!(titolo originale BILLY LYNN’S LONG HALFTIME WALK”), di Ben Fountain. Copertina flessibile: 398 pagine - Editore: Minimum Fax (23 maggio 2013) - Collana: Sotterranei - ISBN-10: 8875214891 - ISBN-13: 978-8875214890

Come sempre da noi si banalizzano i titoli, ma nonostante questo il riconoscimento è arrivato anche in Italia. Ne sono particolarmente contenta perché si tratta di un romanzo satirico in cui i sopravvissuti di un breve scontro a fuoco in Iraq vengono portati come eroi in un tour nazionale celebrativo della vittoria contro il terrorismo voluta da Bush. Un romanzo molto critico quindi, che può forse contribuire a una visione italiana più complessa dell’atteggiamento americano nei confronti di questo tema.

Anna Bolena – Una questione di famiglia” (Titolo originale “BRING UP THE BODIES”) di Hilary Mantel. Copertina rigida: 506 pagine - Editore: Fazi (4 aprile 2013) - Collana: Le strade - ISBN-10: 8864116176 - ISBN-13: 978-8864116174

Dopo l’uscita del primo romanzo di questa trilogia, “Wolf Hall” (che io personalmente ho amato), è arrivato anche in Italia il secondo, naturalmente con un titolo da film per la TV di bassa lega. Salutato quanto il volume precedente come uno dei migliori contributi alla narrativa storica degli ultimi anni, l’autrice racconta della caduta di Anna Bolena e ne riporta in vita il fascino e il mistero.

Canada” (titolo originale “CANADA”), di Richard Ford. Copertina flessibile: 424 pagine - Editore: Feltrinelli (6 marzo 2013) - Collana: I narratori - ISBN-10: 8807019310 - ISBN-13: 978-8807019319

Arrivato in Italia piuttosto tempestivamente, è stato tra i più apprezzati da critica e pubblico in tutto l’anno passato. È la storia di un ragazzo i cui genitori negli anni ’60 avevano rapinato una banca, costringendolo a fuggire al di là del confine. Personalmente, sebbene fossero già usciti altri suoi romanzi, io lo ho conosciuto con questo, ed è stato una folgorazione.

La collina delle farfalle” (titolo originale “FLIGHT BEHAVIOR”), di Barbara Kingsolver. Copertina flessibile: 445 pagine - Editore: Neri Pozza (5 settembre 2013) - Collana: I narratori delle tavole - ISBN-10: 8854507180 - ISBN-13: 978-8854507180

L’acclamata autrice di “Il mondo altrove” torna con la storia di una giovane contadina che rimane incinta a 17 anni che, dopo anni di violenze domestiche, scopre parti nascoste di sé e con queste una valle che pare di fuoco. Arrivato solo di recente in mio possesso, è uno dei titoli che più desidero leggere.

“HHhH. Il Cervello Di Himmler Si Chiama Heydrich”, di Laurent Binet. Copertina rigida: 342 pagine - Editore: Einaudi (10 maggio 2011) - Collana: Frontiere Einaudi - ISBN-10: 8806207539 - ISBN-13: 978-8806207533

Giunto da noi già a maggio 2011, racconta dell’attentato a Heydrich del 27 maggio 1942. I fatti sono quelli reali del braccio destro di Himmler, il perfetto ariano dalla voce stridula tanto ammirato ha Hitler ma con una presenza ebraica all'interno della famiglia.

Ologramma per il re” (titolo originale “A HOLOGRAM FOR THE KING”), di Dave Eggers. Copertina flessibile: 281 pagine - Editore: Mondadori (15 ottobre 2013) - Collana: Scrittori italiani e stranieri - ISBN-10: 8804631600 - ISBN-13: 978-8804631606

Partito un po’ in sordina, questo romanzo è presto diventato a  sorpresa uno dei libri più acclamati dell’anno, e ora è giunto anche da noi. La storia si svolge in Arabia Saudita, dove si reca un uomo d'affari alla ricerca disperata di una nuova vita e di una rinnovata fortuna finanziaria, mentre le sue condizioni economiche sono ormai sull'orlo del tracollo. Una ricerca di nuove possibilità finanziarie, certo, ma anche di nuovo senso, per una parabola degli USA nell’economia globale che geme di nostalgia per il passato.

A casa” (titolo originale “Home”), di Toni Morrison. Copertina flessibile: 175 pagine - Editore: Frassinelli (4 settembre 2012) - Collana: Narrativa - ISBN-10: 8820052741 - ISBN-13: 978-8820052744

Racconta di Frank Money che torna dalla guerra di Corea per ritrovarsi in una realtà sul fronte di casa che è anche più ostile. L’autrice è una garanzia, e sono felice che venga tradotta regolarmente anche per il nostro pubblico di lettori.

Prove Per Un Incendio (titolo originale “HOPE - A TRAGEDY), di Shalom Auslander. Copertina flessibile: 319 pagine - Editore: Guanda (24 gennaio 2013) - Collana: Le Fenici - ISBN-10: 8823502497 - ISBN-13: 978-8823502499

Dopo il successo clamoroso sia in Patria che da noi del suo precedente “Il lamento del prepuzio”, questo romanzo non poteva che arrivare immediatamente anche da noi. Racconta la storia di un uomo ebreo che va a New York in cerca di pace, ma finisce per ritrovarsi in solaio… Anne Frank! Peccato per il cambiamento del titolo originale "Hope: a tragedy", ovvero "Speranza: una tragedia", che rendeva forse di più il tono dell'autore, ma pur di averlo tra i nostri scaffali ci accontentiamo.

Una persona ideale, come dovrebbe essere?(titolo originale “HOW SHOULD A PERSON BE?”), di Sheila Heti. Copertina flessibile: 278 pagine - Editore: Sellerio Editore Palermo (19 settembre 2013) - Collana: Il contesto - ISBN-10: 8838930155 - ISBN-13: 978-8838930157

Vogliamo parlare della virgola tra soggetto e verbo nel titolo? No, lasciamo perdere, soffro troppo. Il romanzo racconta di Sheila che sta cercando di riprendersi da un matrimonio fallito che l’ha messa in crisi come persona e come autrice di opere teatrali. Quando irrompono nella sua vita Margaux, una pittrice di talento dallo spirito libero, e Israel, un’artista sexy e depravata, Sheila cerca di capire chi è, e chi dovrebbe essere, mentre il lettore origlia le sue conversazioni e legge le sue e-mail, scoprendolo con lei.

In Una Sola Persona”(titolo originale “IN ONE PERSON”), di John Irving. Copertina flessibile: 552 pagine - Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli (30 ottobre 2013) - Collana: Contemporanea - ISBN-10: 8817067946 - ISBN-13: 978-8817067942

In questo nuovo romanzo di uno dei più letti, amati e acclamati affabulatori del nostro tempo, conosciamo Billy, che ha tredici anni, è bisessuale, ed è innamorato del suo futuro patrigno Richard, del crudele compagno di scuola Kittredge e della bibliotecaria Miss Frost, che potrebbe nascondere un segreto. Se siete curiosi, cliccando QUI potrete ascoltare il podcast in cui ne parlo insieme a Zumbooks.

NW”(titolo originale “NW”), di Zadie Smith. Copertina rigida: 353 pagine - Editore: Mondadori (11 giugno 2013) - Collana: Scrittori italiani e stranieri - ISBN-10: 8804624485 - ISBN-13: 978-8804624486

I protagonisti di questo romanzo sono due amici che sono cresciuti insieme nelle case popolari di Londra ma che negli anni hanno preso strade diverse. Leah Hanwell ha sposato un uomo africano e ha un rapporto di amore – odio nei confronti sia di Michel che di Natalie, che dal canto suo ha cambiato nome e vita, ma rimane attaccata al suo passato. Per fortuna questa splendida autrice viene tradotta regolarmente in italiano, e in tempi piuttosto celeri; non possiamo proprio lamentarmi.

“Memento. I Sopravvissuti” (titolo originale “PURE”), di Julianna Baggott. Copertina rigida: 496 pagine - Editore: Giano (7 giugno 2012) - Collana: Blugiano - ISBN-10: 8862511043 - ISBN-13: 978-8862511049

Ormai questa prima parte della trilogia è arrivata in Italia da diversi mesi. La storia racconta un’avventura post apocalittica in cui un gruppo di bambini combattono per la redenzione della terra. L’umanità è divisa in due: da una parte i Puri che, quando il sole ha spazzato via la terra, sono riusciti a rifugiarsi nella Sfera, e dall'altra i Sopravvissuti che hanno corpi deformi. In questo scenario, l’Operazione Ricerca e Salvataggio governa attraverso il terrore e mira a distruggere la Sfera.

La casa tonda” (titolo originale “THE ROUND HOUSE”), di Louise Erdrich. Copertina flessibile: 381 pagine - Editore: Feltrinelli (3 luglio 2013) - Collana: I narratori - ISBN-10: 8807030527 - ISBN-13: 978-8807030529

Racconta la storia di una famiglia indiano – americana travolta da un terribile crimine e dalle sue ramificazioni. Se siete curiosi di questa autrice e del mio parere su di lei, ne ho parlato QUI in un precedente appuntamento proprio di Americana.

La Casa Del Silenzio”, di Orhan Pamuk. Copertina flessibile: 376 pagine - Editore: Einaudi (29 maggio 2007) - Collana: Super ET - ISBN-10: 8806183516 - ISBN-13: 978-8806183516

Scritto in Turchia nel 1983 e uscito in Italia già nel 2007, il libro era in questa lista perché era sbarcato negli USA solamente quell’anno. È la storia di Fatma e Recep, figlio nano e illegittimo del suo defunto marito, che vivono in una cadente villa in legno. Il lettore conoscerà anche i tre nipoti, che premono, ciascuno per i propri motivi, affinché la nonna venda la casa.

“Miele” (titolo originale “SWEET TOOTH”), di Ian McEwan. Copertina rigida: 351 pagine - Editore: Einaudi (6 novembre 2012) - Collana: Supercoralli - ISBN-10: 8806214055 - ISBN-13: 978-8806214050

McEwan non ha certo bisogno di presentazioni e non c’erano dubbi sullo sbarco in Italia di questo volume. Il romanzo si svolge nel corso della guerra fredda e coinvolge il lettore in un’operazione di spionaggio in cui il confine tra vero e falso diventa sempre più sfuocato.

Telegraph Avenue(titolo originale “TELEGRAPH AVENUE”) di Michael Chabon. Copertina rigida: 592 pagine - Editore: Rizzoli (19 giugno 2013) - Collana: Scala stranieri - ISBN-10: 8817065854 - ISBN-13: 978-8817065856

Anche Chabon è un nome molto noto e amato dai lettori italiani così come da quelli americani. In queste pagine si racconta del rapporto tra padri e figli in un intreccio multiplo di trame e continui riferimenti alla cultura pop.

È così che la perdi (titolo originale “THIS IS HOW YOU LOSE HER”), di Junot Díaz. Copertina rigida: 169 pagine - Editore: Mondadori (30 aprile 2013) - Collana: Scrittori italiani e stranieri - ISBN-10: 8804624434 - ISBN-13: 978-8804624431

Si tratta di una raccolta di racconti interconnessi dall’autore del bellissimo “La breve favolosa vita di Oscar Wao”. I temi principali sono l’amore, i costumi delle famiglie, e le storie e le culture che attraversano le vite umane. Meno intenso del precedente romanzo, ma comunque di grande valore.

“Tre Donne Forti”, di Marie NDiaye. Copertina rigida: 384 pagine - Editore: Giunti Editore (17 settembre 2009) - Collana: Narrativa - ISBN-10: 8809746880 - ISBN-13: 978-8809746886

Giunto da noi molto prima che negli USA, il libro è costituito da tre fili narrativi connessi tra loro solo debolmente, e raccontano di tre donne del Senegal e delle loro lotte nei confronti dei propri padri e dei propri mariti ora che si trovano in Francia. È stato il vincitore del premio Goncourt nel 2009.

“Di che cosa parliamo quando parliamo di Anne Frank” (titolo originale “WHAT WE TALK ABOUT WHEN WE TALK ABOUT ANNE FRANK”), di Nathan Englander. Copertina rigida: 193 pagine - Editore: Einaudi (4 settembre 2012) - Collana: Supercoralli - ISBN-10: 8806213016 - ISBN-13: 978-8806213015

Englander è una sicurezza, e infatti nonostante si tratti di una raccolta di racconti, Einaudi ha già portato questa raccolta di racconti in Italia dallo scorso settembre. In queste storie l’autore, riconosciuto all’estero come una delle voci più significative della tradizione ebraica, affronta il tema della mortalità e della storia con la consueta capacità di acume e ironia che lo contraddistingue.

Yellow Birds” (titolo originale - “THE YELLOW BIRDS”), di Kevin Powers. Copertina flessibile: 192 pagine - Editore: Einaudi (26 marzo 2013) - Collana: Einaudi. Stile libero big - ISBN-10: 8806213806 - ISBN-13: 978-8806213800

Un giovane soldato e i suoi compagni combattono in Iraq ma non riescono a trovare pace nemmeno sul fronte di casa. Uno dei libri più belli e dolorosi che abbia letto negli ultimi anni, un vero capolavoro.

IN (PROBABILE) USCITA:

AT LAST” (possibile titolo - “Finalmente”), di Edward St. Aubyn. Si tratta dell’ultimo libro di una pentalogia di cui in Italia un tempo era inspiegabilmente uscito solo “La famiglia Melrose”, il quarto volume. Ora Neri Pozza ha tradotto i primi quattro romanzi in un unico volume dal titolo “I Melrose” e promette che arriverà anche il quinto. Uno degli autori più eccezionali che abbia letto negli ultimi anni.

DEAR LIFE: Stories”(possibile titolo – “Cara vita: racconti”), di Alice Munro. Vincitrice del premio Nobel per la letteratura 2013, è una delle penne più straordinarie dei nostri tempi. Nonostante i riconoscimenti non è riuscita a scalare le vette della classifica dei libri più venduti in Italia, ma mi aspetto che, come le raccolte precedenti, esca presto anche questa.

MANCANO ALL'APPELLO

“ALMOST NEVER”(possibile titolo – “Quasi mai”), di Daniel Sada, autore messicano.

“AN AMERICAN SPY”(possibile titolo - “Una spia americana”), di Olen Steinhauer, di cui in Italia sono usciti “Il turista” e “Il ponte dei sospiri”.

ARCADIA”(possibile titolo - “Arcadia”), di Lauren Groff, autrice de “I mostri di Templeton” 

“BLASPHEMY”(possibile titolo - “Bestemmia”), di Sherman Alexie. Dall’autore del celeberrimo, amatissimo e acclamatissimo “Diario assolutamente sincero di un indiano part time”, questa raccolta di racconti hanno al contempo il sapore amaro della disillusione e quello dolce dei sogni. E come sempre l’Italia ha difficoltà con i racconti e tende a relegarli a una letteratura minore quasi del tutti ignorata.

THE BOOK OF MISCHIEF:New and Selected Stories” (possibile titolo – “Il libro delle monellerie”), di Steve Stern. Anche in questo caso si tratta di una serie di racconti, e anche questa volta in Italia non sono arrivati.

BUILDING STORIES”(possibile titolo - “Costruire storie”), di Chris Ware. Si tratta di un graphic novel che racconta le vite dei condomini di un edificio di Chicago. Peccato, perché il suo Jimmy Corrigan. Il ragazzo più in gamba sulla terra” era uscito. Che ci sia speranza? 

“BY BLOOD”(possibile titolo - “Di sangue”), di Ellen Ullman. Premesse interessantissime, uno dei libri descritti con maggiore entusiasmo, e credo non lontano dai possibili gusti italiani. Un mistero che ancora non ci sia.

CARRY THE ONE”(possibile titolo “Riporto di uno”), di Carol Anshaw. Per un breve resoconto della mia impressione cliccate QUI.

CITY OF BOHANE”(possibile titolo – “Città di Bohane”), di Kevin Barry. Il romanzo è ambientato nell’Irlanda del 2053, e tra tutti i distopici dell’ultimo periodo ci si poteva attendere anche questo. Peccato.

THE DEVIL IN SILVER”(possibile titolo “Il Diavolo in argento”), di Victor LaValle. Si tratta del terzo romanzo di questa autrice che per ora non è mai stata tradotta in Italia. La trama è intrigante, i miontauri sono più in voga che mai ma di questa traduzione non sembra esserci progetto.

ENCHANTMENTS”(possibile titolo – “Incantesimi”), di Kathryn Harrison. In Italia, dove i suoi romanzi sono arrivati puntualmente in traduzione, il suo libro più famoso è “I piedi della concubina”. In questo caso non ci troviamo più in Cina, ma nella Russia imperiale. Come mai non sia giunto da noi è per me inspiegabile.

FOBBIT”(possibile titolo – “Fobbit”), di David Abrams.  In stile “Comma-22”, è possibile che venga considerato troppo lontano dalla sensibilità letteraria italiana, eppure a me incuriosisce.

THE FORGETTING TREE”(possibile titolo -  “L’albero dell’oblio”), di Tatjana Soli. Era presente anche nella lista del 2012 con “The lotus eaters”, purtroppo mai giunto da noi. Che autori del genere non siano accessibili ai lettori italiani è per me un delitto.

GATHERING OF WATERS”(possibile titolo - “La raccolta delle acque”), di Bernice L. McFadden. Essendo ambientato nel Missisipi forse si considera troppo specifico della cultura americana per arrivare da noi? Forse…

GODS WITHOUT MEN” (possibile titolo - “Dei senza uomini”), di Hari Kunzru. Si tratta nuovamente di un autore familiare a chi legge queste liste, perché il suo precedente romanzo “Le mie rivoluzioni” era presente nell’elenco del 2008, è stato tradotto e personalmente mi è piaciuto. In questo caso però abbiamo una raccolta di racconti interconnessi tra loro, che spaziano tra continenti e secoli diversi, ma indissolubilmente legati l’uno all’altro.

A LAND MORE KIND THAN HOME” (possibile titolo – “Una terra più gentile di casa”), di Wiley Cash. L’assenza di questo romanzo dalle librerie italiane è un altro delitto, a giudicare dalla critica americana…

MARRIED LOVE: And Other Stories” (possibile titolo - “Amore coniugale: e altri racconti”), di Tessa Hadley. Si tratta di una raccolta di racconti centrati sul tema delle differenze di classe. Una raccolta di racconti – devo specificare altro rispetto all’arrivo da noi?

THE RIGHT-HAND SHORE” (possibile titolo - “La riva destra”), di Christopher Tilghman. È una storia cupa, ambientata nella baia Chesapeake dopo la Guerra civile. Si parla di piantagioni e degli schiavi liberati. Anche in questo caso troppo legoato alal storia americana?

SALVAGE THE BONES” (possibile titolo - “Porta in salvo le ossa”), di Jesmyn Ward. Si tratta di un romanzo che racconta dell’uragano Katrina e di come lo affrontano la protagonista quindicenne incinta e la sua famiglia: uno dei libri di cui si è parlato meglio in assoluto, e assente dalle nostre librerie…

SAN MIGUEL”, (possibile titolo - “San Miguel”), di T. Coraghessan Boyle. Anche in questo caso si tratta di un autore molto tradotto da noi, anche se riconosciuto più in sordina rispetto a ciò che avviene in Patria. Peccato non ci sia da noi, perché altri titoli di questo autore sono stati tradotti, per cui avevo una certa speranza anche per questo.

SHINE SHINE SHINE” (possibile titolo - “Brilla brilla brilla”),  di Lydia Netzer. Il tema trattato in teoria è rilevante anche per noi. Non capisco.

SHOUT HER LOVELY NAME” (possibile titolo – “Urla il suo adorabile nome”), di Natalie Serber. Si tratta di una raccolta di racconti capaci di grande intelligenza e di diverse sfumature. Devo far notare che si tratta di racconti? No, forse no.

THE STARBOARD SEA” (possibile titolo – “Il mare a dritta”), di Amber Dermont. È la storia di uno studente in collegio che ama il mare, le barche e la libertà che donano le onde e la giovinezza. È un’altra grande assenza, mio enorme rammarico.

SWIMMING HOME”(possibile titolo - “Nuotare verso casa”), di Deborah Levy. Questo romanzo viene descritto come scarno, inquietante e spesso divertente. È presente in tutte le classifiche dei migliori libri degli ultimi anni, ma gli italiani non lo potranno mai sapere.

THE TESTAMENT OF MARY”(possibile titolo - “Il testamento di Mary”), di Colm Toibin. Ecco un autore molto stimato all’estero e meno conosciuto in Italia. Visto il tema e in considerazione di precedenti traduzioni di questo splendido autore, non escludo che in futuro possa arrivare anche qui.

TOBY’S ROOM”(possibile titolo - “La stanza di Toby”), di Pat Barker. Si tratta del seguito di “Life class”che ho letto quest’estate e mi è piaciuto molto, e se è bello come il precedente sarebbe davvero il caso che arrivasse anche qui.

WATERGATE”(possibile titolo - “Watergate”), di Thomas Mallon. Un libro per me di grandissimo interesse, ma possiamo capire che non sbarchi da noi.

Per un breve accenno alla trama anche di questi titoli, potete riferirvi all’articolo dell’anno scorso che trovate cliccando QUI.

Per quanto riguarda invece il 2013 qualche ipotesi già ce l’ho, ma presto ci potremo ritrovare qui a parlarne nel dettaglio. Intanto, buone letture.