I give you what's left

Quando l'anima di Michel Faber fa brillare la hall dell'albergo

6 Luglio 2015

La Milanesiana. Un invito dalla casa editrice Bompiani, Youbookers risponde.
La possibilità di incontrare Michel Faber. La sua storia e il nuovo romanzo "Il Libro delle cose nuove e strane".
La trama: una missione da compiere. Un uomo e una donna. Marito e moglie. Due destini diversi. La distanza.
Confini di vita che si intersecano con quelli del romanzo, che rimane come testamento dell'ultimo periodo di vita amorosa terrena tra Faber e la moglie Eva.
Omaggi che la vita fa. Come il mio, qui.

I give you what's left
 
Respira. Respira.
Un’anima. La mia. La tua. La nostra, che è una.
 
I give you what's left
 
In lei riposare, contemplare con lei, lasciandomi essere contemplante.
Torno con me per accogliere senza conservare. (*)
 
I give you what's left
 
Fuochi. Fatui. Fuochi-bambola.
Un corpo radiografato, un cancro che scorre.
Disgregare la materia in amore, per amore.
 
The soul
 
In lei riposare. In lei è l’amore.
Scoprire i confini del corpo e del cuore
fatto della stessa sostanza del cielo ?
 
I give you what's left
 
Lasciare, conservare, trattenere con rabbia e dolore.
Portar avanti la vita in amore.
Per amore.
 
Uno screening del corpo, lasciato in eredità.
Un libro amato a metà.
Parole, sentite, scritte, lette.
Un’anima. La mia. La tua. La nostra, che è una.
 
I give you what's left
 
 
Emozioni passate sotto pelle, per opera di un uomo dai colori del grano, vestito di nero con occhi profondi come pozzi.
 
Un uomo, che tiene tra le mani, l’anima della sua donna, racchiusa in un quaderno che mostra collages composti durante la malattia, e come un Cavalier gentile Onorarla. Ricordarla e in cuor suo Amarla.
Distaccato dal mondo. In distanza.
 
I give you what's left

Ringraziando: Michel Faber per averci regalato la verità. Luce Iridaray, per la sua forza e  le parole citate (*). Andrea Storti di Le Mele del Silenzio e  Giovanna Capone di Gli Amanti dei Libri, per la delicatezza d'animo e l'improvvisato lavoro di squadra che è scaturito durante l'intervista senza accordi.
Maurizio per esserci stato e aver condiviso nel profondo, fino alle viscere. E ultima, ma non per importanza la casa editrice Bompiani, senza di lei questa emozione non sarebbe su carta.



ENGLISH VERSION

 

I give you what's left
 
Breathe. Breathe.
One soul. Mine. Yours. Ours, which is just one.
 
I give you what's left
 
Rest in her, contemplate with her, giving me the chance to contemplate.
It’s me again…accepting without keeping.
 
I give you what's left
 
Fatuous fires.
An X-rayed body, a cancer which flows.
Disintegrate the matter in love, because of love.
 
The soul.
 
Rest in her. In her where there’s love. Discover the boundaries of the body and the heart, is that made of the same substance of the sky?
 
I give you what's left
 
Leave, conserve, keep with anger and pain.
Carry on life with love.
Because of love.
 
A body screening, left as legacy.
A book just half loved.
Words heard, written and read.
One soul. Mine. Yours. Ours, which is just one.
 
I give you what's left
 
 
Feelings which are left under skin, through a man with the wheat colours, dressed in black with deep eyes as deep wells.
 
A man who keeps his woman’s soul, kept in a notebook which shows collages realised when he was infirm, as a gentle Knight he wants to honour her. He wants to remember her and love her.
Detached from the world. In the very far away. 
 
I give you what's left
 
 
A special thank to: Michel Faber, who donated us the truth. Luce Iriday for the strength and the quoted words (*).Andrea Storti of Le Mele del Silenzio and Giovanna Capone of Gli Amanti dei Libri, for their gentleness and the improvised team-work that sprouted out during an interview on topics there was no agreement on. Maurizio for being there, as he profoundly shared everything.
Last but not least, a special thank to Bompiani, these feelings could not have reached this paper without its support. 

Traduzione di Alberto Gusella