Best sellers USA/Italia - Saggistica

2 Giugno 2012

Il New York Times stila settimanalmente l’elenco dei libri più venduti sia per la narrativa che per la saggistica.

Per quanto concerne la sezione della saggistica, questa è la classifica del 10 giugno 2012, comprensiva delle edizioni cartacee e di quelle digitali:

1. "The amateur", di Edward Klein (Regnery Publishing)

Il libro propone una visione del presidente americano Obama come un imberbe arrogante, incapace di guidare il Paese. Appare in classifica, direttamente al primo posto, da due settimane.

2. "It worked for me", di Colin Powell e Tony Koltz (HarperCollins Publishers)

L'ex Segretario di Stato americano condivide con i lettori le regole che ritiene fondamentali per ogni leader. Appare in classifica per la prima volta questa settimana.

3. "Killing Lincoln", di Bill O'Reilly and Martin Dugard (Holt)

Il commentatore politico conservatore della trasmissione televisiva FOX “The O’Reilly Factor” racconta dell'omicidio di Abraham Lincoln. Ancora in ascesa, appare in classifica da 34 settimane.

4. "In the garden of beasts", di Erik Larson (Crown Publishing)

Si tratta della storia di William E. Dodd, l'ambasciatore americano per la Germania, e di sua figlia Martha, nella Berlino degli anni '30. Rimane stabile in classifica da ben 39 settimane.

5. "Sono ancora un uomo", di Laura Hillenbrand (Arnoldo Mondadori Editore)

Uscito nelle librerie italiane il 29 maggio 2012, racconta la storia di un bombardiere americano che precipita nel mezzo dell'Oceano Pacifico. Dell'equipaggio si salvano soltanto tre membri, uno dei quali è Louis Zamperini, figlio di immigrati italiani. Ancora in ascesa, appare in classifica da 70 settimane.

 

Per quanto riguarda l'Italia, anche il Corriere della Sera stila settimanalmente l'elenco dei libri più venduti sia per la narrativa che per la saggistica.

Per quanto concerne la sezione della saggistica, questa è la classifica di questa settimana:

1. "Sua Santità. Le carte segrete di Benedetto XVI", di Gianluigi Nuzzi (Chiarelettere Editore)

Per la prima volta l'autore racconta, grazie alle carte fornite da una fonte segreta, le storie, i personaggi e i travagli che dividono oggi la Chiesa e che coinvolgono l'Italia e la sua politica. In ascesa dalla terza alla prima posizione, appare in classifica da una settimana.

2. "Giochiamo ancora", di Alessandro Del Piero e M. Crosetti (Mondadori Editore)

A vent’anni dal debutto nel calcio professionistico, dopo avere vinto (e vissuto) tutto con la maglia della Juventus e della nazionale italiana, Alessandro Del Piero condivide in questo libro quello che ha imparato e i valori che intende trasmettere a chi verrà dopo di lui. In discesa dalla prima alla seconda posizione, appare in classifica da quattro settimane.

3. "Il coraggio di sognare. Noi, gli One Direction", di AAVV (L'Ippocampo Editore)

Si tratta della storia ufficiale di uno dei gruppo pop più amati dagli adolescenti del momento, dai provini di X Factor a oggi. In ascesa dalla quarta alla terza posizione, si trova in classifica da sette settimane.

4. "Le ultime parole di Falcone e Borsellino", di A. Mascali (Chiarelettere Editore)

Il libro raccoglie le ultime parole dei due magistrati che sono diventati il simbolo dell'Italia onesta contro la Mafia. Entra in classifica questa settimana.

5. "Obbedienza e libertà. Critica e rinnovamento della coscienza cristiana", di Vito Mancuso (Fazi Editore)

Il libro di costituisce una appello alla Chiesa perché si liberi di una superata visione del mondo, ma anche al mondo laico perché torni a interrogarsi sui grandi orizzonti della ricerca spirituale. Appare stabile in classifica da otto settimane.

 

Come si nota da queste due classifiche, le letture di saggistica americane paiono concentrarsi su un versante prevalentemente politico, con una centratura sulla contemporaneità, la storia e le esperienze del proprio territorio. Un afflato di internazionalità lo regalano da una lato il ruolo di Colin Powell e di Wiliam Dodd, e dall'altro l'origine italo-americana di uno dei protagonisti del libro di Laura Hillenbrand, non a caso l'unico tradotto anche da noi.

Il panorama italiano non appare purtroppo altrettanto impegnato, con due titoli dedicati rispettivamente uno allo sport e l'altro alla musica. Non che il contenuto determini la qualità del libro: si può parlare con impegno e serietà critica anche di questi temi. Non è però il caso di questi due volumi, che non nascondono la propria natura più prettamente commerciale. Per quanto riguarda gli altri tre titoli, due affrontano un tema politico-religioso in specifica relazione alla Chiesa Cattolica, seppur da prospettive diverse, e l'altro rende omaggio e testimonianza ad alcune tra le figure più importanti della lotta alla mafia. Si tratta di temi caldi e importanti, che forse rispecchiano fin troppo da vicino lo stereotipo della cultura italiana, ma che i lettori paiono fare propri.

A cura di Tania