Letture d'Oriente # 4 - "Una tomba per le lucciole" di Akiyuki Nosaka

14 Dicembre 2013

libri dorienteA volte la vita é crudele, un attimo prima é perfetta e vivi assieme alla tua famiglia a Kobe fino a quando arriva la guerra e tutto quanto cambia improvvisamente tingendosi di rosso.

 

 

 

 Giugno 1945, la Seconda Guerra Mondiale é in corse, Seita e la sua sorellina Setsuko, per colpa si un ingente attacco aereo tomba per lucciole blog di librisulla loro cittá, sono costretti a separarsi dalla madre gravemente malata e dal padre, attualmente impegnato nella Marina Imperiale Giapponese. Tutto intorno ai due giovani fratelli si distrugge: case, villaggi, famiglie e si tinge di un unico colore, quello della morte. In tutto questo loro continueranno il loro cammino con in mente un solo ed unico obiettivo: sopravvivere.
É una storia cruda e toccante che narra, tramite le descrizioni dettagliate e, di conseguenza, a dir poco "sconcertanti" per il lettore, quelli che furono gli ultimi due mesi della Seconda Guerra Mondiale vista dagli occhi di un ragazzino delle scuole medie, che vede la sua vita letteralmente morire e disperdersi fra le fiamme e la polvere per colpa delle bombe esplosive incendiarie, delle malattie e delle carestie che la guerra ha portato con sé.

Oltre a questo, mostra anche quello che la Seconda Grande Guerra fu per la societá giapponese e quanto essere orfano durante questo periodo storico sia allo stesso tempo una cosa tragica e la cosa piú naturale del mondo. 

É un breve ma, allo stesso tempo, intenso flashback, narrato in terza persona, che prende vita da quello che é il momento finale, quindi la morte di Seita, per andare, in seguito, a narrare quelli che furono gli eventi dal 5 Giugno 1945 al 22 Settembre 1945 (momento della cremazione del corpo del ragazzo).

Da questo racconto, nel 1988, sotto la direzione di Isao Takahata, dalle mura dello Studio Ghibli di Hayao Miyazaki é stato tratto l'omonimo film d'animazione "Hotaru no Haka" che tutti quanti conoscono. A causa della crudezza delle sue immagini, che rispecchiano al 100% tutte quelle sensazioni ed emozioni che giá si possono provare leggendo il breve, straziante e neorealista romanzo semi-autobiografico di Nosaka, in Giappone non venne molto pubblicizzato, ma, nonostante ció, ebbe comunque comunque un notevole successo. A differenza del romanzo, che come giá vi ho accennato é narrato in terza persona, qua é Seita stesso che, ormai morto ci raccontaa quello che accadde tramite i suoi diretti occhi di bambino. Vediamo cosí eventi presenti, passati e futuri a loro, che s'intrecciano in quello che sará un eterno limbo per i due fratelli, ma almeno da ora in avanti saranno per sempre insieme.
tomba per lucciole blog di libri

Ricevette alcuni importanti riconoscimenti, quali: nel 1989 il Blue Ribbon Award come Premio Speciale as Isao Takahata e nel 1994 il Chicago International Children's Film Festival come Premio della Giuria per il Miglior Film di Takahata ed il Premio per i diritti dei bambini sempre a Takahata.
Una storia dove la speranza non trova via di scampo e dove la vita degli uomini é breve e destinata a durare quanto quella di una piccola lucciola.