Menu
Qui si Skyappa #17 - Intervista a Luca Di Fulvio

Qui si Skyappa #17 - Intervista a L…

In Italia, Luca Di Fulvio è conosciuto prevalentemente per "La gang dei sogni", libro...

Best sellers Spagna/Italia - I Top

Best sellers Spagna/Italia - I Top

    Questa settimana confronteremo le classifica dei libri più venduti in Italia,...

"Breve guida al suicidio", di Giuseppe Galato

"Breve guida al suicidio"…

    “Breve guida al suicidio? è un ebook scritto dal gior...

Acquanera di Valentina D'Urbano: recensione e intervista all'autrice.

Acquanera di Valentina D'Urbano: re…

Titolo: Acquanera Autore: Valentina D'Urbano Pagine: 360, rilegato Prezzo: cartace...

"Il segreto della libreria sempre aperta" di Robin Sloan

"Il segreto della libreria sem…

Titolo: Il segreto della libreria sempre aperta Autore: Robin Sloan Edizione: Corba...

Eco-editoria e selfpublishing: al via la seconda edizione del Salone dell’editoria creativa e delle autoproduzioni

Eco-editoria e selfpublishing: al v…

Sabato 29 e domenica 30 Settembre si terrà a Milano la seconda edizione ...

Prev Next

Youbookers intervista Sara Boero

Sara Boero, giovane scrittrice genovese, ha esordito nel mondo della letteratura italiana a soli sedici anni con il romanzo dal titolo “L’estate del non ritorno? al quale sono seguiti numerosi successi editoriali destinati al pubblico dei ragazzi. Ha una laurea triennale in Scienze internazionali diplomatiche e attualmente è laureanda in giornalismo.

 

Sara Boero, giovane scrittrice genovese, ha esordito nel mondo della letteratura italiana a soli sedici anni con il romanzo dal titolo “L’estate del non ritorno? al quale sono seguiti numerosi successi editoriali destinati al pubblico dei ragazzi. Ha una laurea triennale in Scienze internazionali diplomatiche e attualmente è laureanda in giornalismo.

Dal 2011 è in libreria con “La teoria del caos?, il suo primo romanzo per adulti in cui racconta la storia d’amore tra Evan e Miriam, due ragazzi uniti dal fato in una relazione fuori dal comune. In questa intervista ci racconta un po’ di sé, dei suoi progetti e della sua ultima fatica letteraria.

A: “La teoria del caos? è il tuo libro d’esordio per quanto riguarda la letteratura per adulti, ma tu hai iniziato scrivendo storie per ragazzi. Ci diresti qualcosa sul tuo percorso?

S: È stata una cosa naturale. Quando ho iniziato a pubblicare ero praticamente una bambina io, e scrivevo quello che mi veniva spontaneo scrivere… come faccio adesso! Anche se non credo molto nelle distinzioni “narrativa per ragazzi? – “narrativa per adulti?. Leggo ancora un sacco di libri per bambini…

A: La scuola ti ha aiutato a scoprire la tua passione per la scrittura? l’ha incentivata in qualche modo?

S: Mi sono sempre trovata bene a scuola, non mi pesava studiare. Non direi però che mi abbia incentivata a scrivere: di temi se ne fanno sempre troppo pochi. Penso che la spinta maggiore a scrivere venga dal fatto che ho sempre letto molto, anche da bambina amavo i libri.

A: Il tuo primo libro pubblicato risale al 2001 e all’epoca avevi 16 anni. Hai all’attivo ben sei romanzi. La mia domanda è: come alimenti il tuo talento? Quanto per esempio è importante leggere, esercitarsi nella scrittura?

S: Leggere è importantissimo! Per me più che altro è proprio una passione. Non sono felice, mi manca qualcosa, se leggo meno di quattro libri al mese. E d’altra parte penso: che motivo avrebbe per fare lo scrittore qualcuno a cui i libri non piacciono neanche? Penso che l’esercizio alla scrittura sia molto soggettivo, io scrivo un’oretta al giorno.

A: Quale fra le tue opere è quella a cui sei più legata e perché?

S: Mi sa che risponderei sempre “l’ultima? non per cliché ma per questioni di vicinanza “anagrafica?. Necessariamente, per quanto mi riguarda, il libro “a cui vuoi più bene? è quello che hai scritto da meno tempo.

A: Quali sono gli autori, italiani e stranieri, che ti piace leggere e a cui ti ispiri?

S: Quanto spazio hai per la risposta J? Mi piacciono moltissimi autori, più stranieri che italiani, in generale. Qualche nome dei miei preferitissimi: Bianca Pitzorno, Silvana Gandolfi, Joe Lansdale, Salinger, Coe, Irvine Welsh, Christopher Moore, Neil Gaiman, Hunter Thompson, Bukowski, Fante, e mi dimentico di sicuro una lista lunga.

A: Quanto c’è di te nelle storie che racconti e nei personaggi che le animano?

S: Tutto quanto. Non nel senso che le storie o i personaggi siano in qualche modo autobiografici ma perché penso che qualunque scrittore non faccia altro che raccontare in forma metaforica cosa che lo riguardano, direttamente o indirettamente. È solo un modo di mettere una mascherina alla realtà.

A: Molte persone tengono un diario dove poter annotare pensieri, stati d’animo, esperienze, e usano la scrittura come strumento terapeutico. Mi chiedevo se anche per te lo è o lo è stato in qualche periodo della tua vita.

S: Da bambina per un periodo ho tenuto un diario, ma sia quello che i successivi tentativi sono naufragati perché non riuscivo proprio ad evitare di scriverci dentro bugie. Era più forte di me. Infatti ho smesso col diario e ho cominciato coi racconti.

A: Torniamo adesso al tuo ultimo romanzo, “La teoria del caos?, ci racconteresti di cosa parla?

S: Sono sempre in imbarazzo quando mi chiedono di raccontare “La teoria del caos? perché qualsiasi riassunto sembra terrificante, specialmente quando arrivi all’elemento “soprannaturale?. Diciamo che è una storia d’amore un po’ particolare, tra Miriam, un medico di famiglia, e Evan, un suo vecchio conoscente affetto da schizofrenia che non esce ma di casa.

A: Nella storia Miriam è un medico, mentre Evan è un ragazzo con problemi mentali. Si ritrovano a vivere una storia d’amore molto intensa ed esclusiva che però assume i tratti di una dipendenza. Mentre per Evan questa deriva è più comprensibile perché Miriam è, di fatto, il suo unico contatto con il mondo reale, diventa più difficile da capire per quanto riguarda Miriam che, almeno all’apparenza, sembra essere una persona molto razionale, equilibrata, capace di relazionarsi agli altri senza troppi problemi. Cosa ha Evan di così speciale? Cosa le offre in più rispetto ad una relazione con una persona “normale??

S: Secondo me la grande differenza è che Evan non ha alcun tipo di filtro. In qualsiasi relazione, ma anche più genericamente in qualsiasi rapporto umano, restiamo sempre con il dubbio di venire in qualche modo “ingannati?. Che l’altro viva il rapporto in maniera puramente convenzionale, perché “la barca va?, o per mille ragioni sociali indipendenti dal legame che vi unisce. Miriam invece, oltre ad essere innamorata di lui proprio-di-lui per le ragioni imperscrutabili che regolano qualsiasi storia d’amore, in più rispetto a noi ha una certezza: la totale sincerità di Evan. Lui vive in maniera totalmente autentica e coerente con i suoi desideri. È chiuso in casa. Detesta la compagnia umana. Quale maggiore dimostrazione d’amore di “fare un’eccezione??

A: La storia di Miriam ed Evan sarebbe già particolare di per sé. Come mai la scelta di collocarla all’interno di una dimensione paranormale dove regnano le leggi del caso e del fato? Questo elemento cosa dà in più alla storia?

S: Non te lo saprei dire, è nata così. Comunque trovo che la dimensione “paranormale? in realtà sia molto più “ordinaria? di quanto uno potrebbe aspettarsi. Le due signore misteriose si comportano come due impiegate, per la maggior parte del tempo. A loro modo, sono “umane?.

A: Hai anche un canale su Youtube. Come mai hai deciso di aprirne uno e che tipo di video condividi?

S: Ho iniziato a mettere video per divertire gli amici in realtà, erano per lo più cavolate. E lo sono ancora J. Faccio video molto diversi, esattamente tutto quello che mi gira: dalle parodie alle cronache di viaggio ai consigli letterari ai commenti su questo o quel film.

A: Ultima domanda. Impegni per il futuro? Stai lavorando ad un nuovo romanzo?

S: Ne ho uno pronto che però chi lo sa, e uno in scrittura. Spero di riuscire a finirlo entro l’estate e poi si vedrà!

A cura di Alessandra
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto
  1. News
  2. Editoriale
  3. Rubriche
  4. Interviste
  5. Recensioni

Buone vacanze da You…

Iniziamo dalle notizie fresche. Il Premio Strega 2014 è stato assegnato a Francesco Piccolo con il suo "Il desiderio di ...

"Nella casa di …

      Titolo: Nella casa di vetro Autore: Giuseppe Munforte Edizione: 2014 Prezzo di coperti...

"Non dirmi che …

Titolo: Non dirmi che hai paura Autore: Giuseppe Catozzella Edizione: 2014 Prezzo di copertina: 15.00 euro Numero ...

Lisario o il piacere…

Oggi vi presentiamo le nostre opinioni su uno dei cinque libri finalisti al Premio Strega 2014, Lisario o il piacere inf...

Buone vacanze da You…

Iniziamo dalle notizie fresche. Il Premio Strega 2014 è stato assegnato a Francesco Piccolo con il suo "Il desiderio di ...

Il piccolo lettore c…

Dita piccole, paffute e impacciate. Dita sporche di cioccolato, chè anche se la mamma ti ha detto di lavarle, come al ...

Speciale Cile: Gabri…

    “La oracion de la maestra? (…) Dame el ser más madre que las madres, para poder amar y defend...

Il mio libro: una co…

Secondo le più recenti statistiche promosse dall’AIE (Associazione Italiana Editori), nei primi mesi del 2014 i lettori ...

Carta&Pellicola …

Per capire come Ian Fleming sia riuscito a concepire l’agente segreto più celebre del mondo, basta leggere la sua biogra...

Best Sellers USA – 3…

Il New York Times stila settimanalmente l’elenco dei libri più venduti della settimana sia per la narrativa che per la s...

Best Sellers USA/Ita…

Il New York Times stila settimanalmente l’elenco dei libri più venduti della settimana sia per la narrativa che per la s...

Best sellers USA/Ita…

Il New York Times stila settimanalmente l’elenco dei libri più venduti sia per la narrativa che per la saggistica. Per ...

Youbookers intervist…

Questa sezione viene inaugurata con una preziosa intervista alla talentuosa Fantasvale. In futuro ci saranno incontri c...

Youbookers intervist…

Sara Boero, giovane scrittrice genovese, ha esordito nel mondo della letteratura italiana a soli sedici an...

Intervista a Daniela…

Daniela Frongia, 32 anni, cagliaritana, vive a Londra da tre anni. Appassionata di disegno dall’età di 4 anni, crescendo...

Youbookers incontra …

    Passare davanti a una libreria, vedere che è in programma un incontro con uno dei propri autori prefer...

Video recensione - …

Qui di seguito trovate alcune video-recensioni del romanzo "Dance dance dance" di Haruki Murakami, registrate da Libridi...

Angel - Anne Rice

"Posso vedere quegli anni con la stessa chiarezza con cui vedo questo momento. Tu passerai da tempo naturale a tempo nat...

"La vendetta de…

Qui di seguito trovate una video-recensione del romanzo "La vendetta del diavolo" di Joe Hill, registrata da Andrea Pe...

Io sono Febbraio - S…

    Titolo: Io sono Febbraio Autore: Shane Jones Prezzo di copertina: 13,50 € Numero di pagine: 176 Ed...

Seguiteci su

L'hai letto questo?

Chi siamo

I più letti

I più recenti