Menu
"Amorino" di Isabella Santacroce

"Amorino" di Isabella San…

  Gelido. Annaspo. Bisogno quasi fisico di ripulirmi. Poesia che diviene...

Libri in musica #8 - Parlo d’amor con me

Libri in musica #8 - Parlo d’amor c…

TITOLO: Parlo d'amor con me. Vita e musica tra le mura di Casa Verdi AUTORE:&nb...

"Quattro stelle cadenti e una lucciola" di Tamara Vittoria Mussio

"Quattro stelle cadenti e una …

TITOLO: Quattro stelle cadenti e una lucciola AUTORE: Tamara Vittoria Mussio PAGINE...

Best sellers: Italia/Germania 3.2.2014

Best sellers: Italia/Germania 3.2.2…

La classifica dell'ultima settimana di Gennaio, ci accompagna in Germania! La Book Pa...

La Nera Inghilterra di Barker - HorrorVille #4

La Nera Inghilterra di Barker - Hor…

Quando presi la decisione di scrivere questa rubrica, lo feci per due semplici, ma no...

Qui si skyappa #18 - "Camus nel narghilè" di Hamid Grine

Qui si skyappa #18 - "Camus ne…

Buongiorno lettori!Oggi Diana ed Eleonora vi propongono una chiacchierata sul primo r...

Presentazione di "Nessuna più" a Bologna

Presentazione di "Nessuna più…

40 scrittori, 40 racconti che toccano le corde più profonde dell'anima, quest...

Prev Next

Gabriel García Márquez: Cent'anni di solitudine - Penne da Nobel #5

  • Scritto da 

gabriel-garcia-marquez-2

Gabriel García Márquez è nato nel 1928, in Colombia. Dell'autore di fama mondiale, sono state tradotte in numerosissime lingue le sue opere, tra le quali spicca il celeberrimo Cent'anni di solitudine. È questo romanzo quasi epico che lo ha fatto entrare, con merito, nel novero degli scrittori più illustri del tempo attuale, rappresentando, per giunta, una sorta di manifesto del genere letterario conosciuto come realismo magico[1]. Infatti, Márquez è stato insignito del Premio Nobel per la letteratura nel 1982 “per i suoi romanzi e racconti nei quali il fantastico e il realistico sono combinati in un mondo riccamente composto che riflette la vita e i conflitti di un continente.?

L'autore colombiano ha avuto l'opportunità di sostenere un percorso di formazione di tutto rispetto, arrivando fino alla capitale per studiare giurisprudenza e scienze politiche. Per fortuna, Márquez ha mollato tali studi per dedicarsi all'attività giornalistica e di critica cinematografica. Dopo aver girato il mondo, facendo la spola tra America ed Europa, lo scrittore s'è stabilito in Venezuela, dove ha chiaramente sostenuto Hugo Chávez. Al contrario, Márquez non ha affatto sostenuto il colpo di Stato in Cile, tanto che per protesta, avrebbe addirittura sospeso la sua attività letteraria per qualche tempo. Quel che è certo è che a Roma ha fatto parte del Tribunale Russell[2], in cui venivano  presi in considerazione i crimini contro i diritti umani compiuti in Cile. Voci, né confermate né smentite, vorrebbero l'autore colombiano malato di demenza senile o addirittura di Alzheimer. Si spera che ciò non sia vero!

Primo romanzo pubblicato, in ordine temporale, Foglie morte (La Hojarasca), è un breve scritto che va considerato come facente parte delle opere di “preparazione? a Cent'anni di solitudine. Una certa qual simpatia per la morte, la tematica di fondo della solitudine e infine l'ambientazione della vicenda, nel villaggio di fantasia Macondo[3], sono le tre componenti fondamentali che accomunano questo piccolo scritto con il capolavoro sopra citato. centanni-di-solitudine fronte

È una storia che man mano, lentamente, prende forma attraverso i ricordi dei vari personaggi: il colonnello e la sua seconda moglie Angelica, la figlia Isabel e suo nipote. L'uso, magistrale, dell'analessi è una peculiarità di Márquez; così si concentrano, in poco più di cento pagine, i pensieri e le sensazioni degli unici tre partecipanti al funerale di un dottore suicida, di cui il colonnello è l'unico amico. Il villaggio odia il dottore, ma perché? Pagina dopo pagina, grazie al tempo che si fa materiale plastica, poiché l'autore ne dispone liberamente, si ricostruisce questa vicenda di profonda solitudine, di gretto odio e di miseria senza speranza. L'episodio della morte e del funerale del dottore, tanto detestato dalla gente di Macondo, sono il pretesto per raccontare della povertà di mezzi e d'animo delle persone inchiodate in questo angolo sperduto del Sud America, le quali non ha nulla da aspettarsi dall'avvenire. Felicità e prosperità sono per tutti loro qualcosa di evanescente, come dimostra la singolare vicenda di Isabel, che ha sposato una sorta di uomo-fantasma. Piccoli sono gli uomini e le donne di Macondo, fugace la fortuna che è andata via, assieme alla compagnia bananiera, di cui tanto si parla.

Foglie morte è un andare avanti e indietro nel tempo, senza che mai si possa pensare e/o immaginare il futuro. Però, bisogna sottolinearlo, il viaggio nel tempo non è puramente mentale, ma sensoriale. Marquez ci riesce grandiosamente a far sentire la hojarasca, il fruscio delle foglie in vortice, il puzzo del pattume, il profumo del rosmarino, del latte e del riso. Certo, si è lontani mille miglia dalla speranza e dalla tenacia di L'amore ai tempi del colera, ma nonostante tutto Macondo è ricca di suoni, odori, colori: il piccolo villaggio colombiano si sta preparando alla grande storia del capolavoro dello scrittore.


[1]   Il nome del genere letterario non si riferisce all'abitudine di Márquez, o di altri scrittori, di inserire elementi propriamente magici nei suoi scritti. Piuttosto, si riferisce ad una commistione di immagini realistiche ed eventualmente surreali, oppure folkloristiche, che distinguono le opere che possono essere ricondotte a tale genere, che tra l'altro richiama a sé i nomi di numerosi autori sudamericani.
[2]   Anche noto come Tribunale internazionale contro i crimini di guerra o Tribunale Russell- Sartre. Quest'ultimo nome deriva da quello dei due fondatori, che lo fecero nascere all'epoca della guerra in Vietnam. Dell'impegno civile di Bertrand Russell, in maniera succinta, s'è già parlato in un altro articolo. Jean-Paul Sartre è stato filosofo, scrittore e drammaturgo di fama mondiale, vincitore nel 1962 del Premio Nobel per la letteratura...che ha rifiutato.
[3]   L'autore si sarebbe ispirato a Makond, un villaggio di una zona di vigneti, che sorgeva nelle vicinanze di Aracatara, la città di origine di Márquez.
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto
  1. News
  2. Editoriale
  3. Rubriche
  4. Interviste
  5. Recensioni

Buone vacanze da You…

Iniziamo dalle notizie fresche. Il Premio Strega 2014 è stato assegnato a Francesco Piccolo con il suo "Il desiderio di ...

"Nella casa di …

      Titolo: Nella casa di vetro Autore: Giuseppe Munforte Edizione: 2014 Prezzo di coperti...

"Non dirmi che …

Titolo: Non dirmi che hai paura Autore: Giuseppe Catozzella Edizione: 2014 Prezzo di copertina: 15.00 euro Numero ...

Lisario o il piacere…

Oggi vi presentiamo le nostre opinioni su uno dei cinque libri finalisti al Premio Strega 2014, Lisario o il piacere inf...

Masterpiece: tante s…

  “L’Italia è un paese di scrittori? dice De Cataldo e ne è la prova il numero di opere di aspiranti autori  ...

Un anno di libri, me…

Con questo articolo i membri della redazione di Youbookers risponderanno ad alcune semplici domande riguardo le letture ...

Un anno da lettori. …

Con questo video la redazione di Youbookers vi augura delle buonissime feste in compagnia di chi vi è caro e di qualche ...

Gogol & Company …

Una luce cristallina irradia piazza Berlinguer, in cui si affaccia l’ingresso laterale di Gogol & Company: definirla...

Carta&Pellicola …

Per capire come Ian Fleming sia riuscito a concepire l’agente segreto più celebre del mondo, basta leggere la sua biogra...

Best Sellers USA – 3…

Il New York Times stila settimanalmente l’elenco dei libri più venduti della settimana sia per la narrativa che per la s...

Best Sellers USA/Ita…

Il New York Times stila settimanalmente l’elenco dei libri più venduti della settimana sia per la narrativa che per la s...

Best sellers USA/Ita…

Il New York Times stila settimanalmente l’elenco dei libri più venduti sia per la narrativa che per la saggistica. Per ...

Youbookers intervist…

Questa sezione viene inaugurata con una preziosa intervista alla talentuosa Fantasvale. In futuro ci saranno incontri c...

Youbookers intervist…

Sara Boero, giovane scrittrice genovese, ha esordito nel mondo della letteratura italiana a soli sedici an...

Intervista a Daniela…

Daniela Frongia, 32 anni, cagliaritana, vive a Londra da tre anni. Appassionata di disegno dall’età di 4 anni, crescendo...

Youbookers incontra …

    Passare davanti a una libreria, vedere che è in programma un incontro con uno dei propri autori prefer...

Video recensione - …

Qui di seguito trovate alcune video-recensioni del romanzo "Dance dance dance" di Haruki Murakami, registrate da Libridi...

Angel - Anne Rice

"Posso vedere quegli anni con la stessa chiarezza con cui vedo questo momento. Tu passerai da tempo naturale a tempo nat...

"La vendetta de…

Qui di seguito trovate una video-recensione del romanzo "La vendetta del diavolo" di Joe Hill, registrata da Andrea Pe...

Io sono Febbraio - S…

    Titolo: Io sono Febbraio Autore: Shane Jones Prezzo di copertina: 13,50 € Numero di pagine: 176 Ed...

Seguiteci su

L'hai letto questo?

Chi siamo

I più letti

I più recenti